La vita è quello che succede tra farsi il mazzo e prenderla come un gioco…

19 Dicembre 2023

Soprattutto a dicembre Natale.

 

Se è vero che questo Natale ogni italiano spenderà circa 186 euro per i regali, è anche vero che questi denari si ri-distribuiranno sotto forma di cioccolatini, calze e maglioni, tra gli stessi mittenti dei cadeau.

Tra bilanci economici, lavorativi, personali e persino globali, dicembre è emotivamente, finanziariamente e moralmente il mese più lungo dell’anno.

Inizia in autunno, termina in inverno e si prolunga in una lunga stretta di mano con l’anno successivo.

Si estende in lunghezza (e spesso spossatezza), tra i chilometri macinati per trovare il “pensiero” giusto, rincorrere il corriere, ritirare pacchi in posta.

Un mese di 31 giorni sulla carta, di cui 24 tutti d’Avvento e costellato d’aperitivi, cene, pranzi e feste ufficiali: San Nicolò e i Krampus per gli italiani di matrice germanica, seguiti da Santa Lucia per le zone del Veneto e di Siracusa, Babbo Natale come main event, San Silvestro per rilassarsi, Capodanno che fa da cross media verso gennaio, tra Re Magi, Befana e “only for locals” Pignarûl.

A dicembre quanto conta il pensiero?

Nella folle corsa al regalo che caratterizza il mese di dicembre, ce ne siamo fatti uno anche noi.

Per scaldare le sere d’inverno, alimentare le pause pranzo, condividere momenti di sfida e soprattutto divertimento.

Apparentemente solo un gioco, ma che abbiamo preso molto sul serio.

Un progetto vero, concreto, regalabile, acquistabile, utilizzabile e sharabile, per sorprendere ancora di più e meglio, come di consueto a Natale.

Ti abbiamo fatto il mazzo.

Metafora di questo intenso, sfidante e avvincente 2023, “Ti abbiamo fatto il mazzo” è il mazzo di 56 carte ideate, disegnate e progettate in house, per omaggiare tutti i nostri amici, clienti, fornitori.

Una collaborazione con Modiano, Marchio Storico Italiano con sede a Trieste, che proprio quest’anno Bottega Veneta ha nominato tra le botteghe d’eccellenza ispirate da valori di artigianalità.

Un progetto creativo e davvero engaging che ci ha fatto venire voglia di intavolare subito una nuova partita, con il 2024.

E voi, siete pronti a giocare?