Preziosa come…

24 Aprile 2024

Un mondo creato sull’acqua.

C’è chi la definisce, a ragione, diritto umano.

È più di un composto chimico, più di una materia prima. Un bene essenziale per la vita sulla terra anche se ad oggi, oltre 2 miliardi di persone non ne hanno accesso.

Quando imbottigliata, l’acqua rappresenta un business mondiale da 387 miliardi di litri, per un valore di 3,1 miliardi di euro e in cui è l’Italia a vantare uno storico primato.

Buon cibo, buon vino e…

Non solo moda, arte, cultura ma anche il gusto per l’acqua in bottiglia.

C’è il Made in Italy infatti, dietro i 16 miliardi e mezzo di litri di acqua confezionati ogni anno, di cui quasi 15 destinati al mercato interno, mentre il 10% viene distribuito in Europa e Stati Uniti.

Un mercato che continua a beneficiare del favore dei consumatori e che si avvale della professionalità di circa 7.500 dipendenti diretti, più altri 30 mila occupati nella fornitura di packaging, servizi di trasporto e logistica, distribuzione e vendita nel dettaglio e nei pubblici esercizi.

Gli italiani preferiscono l’acqua.

Complici il cambiamento climatico e le alte temperature primaverili ed estive, il 2022 italiano delle acque minerali è stato caratterizzato da una crescita costante di consumi, fino ad arrivare alla cifra record di 14,9 miliardi di litri.

Sta di fatto che l’acqua, nella sua semplicità, è l’unica bevanda che tutti possono consumare, a tutte le età e in tutti i momenti della giornata, è analcolica, senza zuccheri, grassi, né glutine e ha prezzi accessibili.

L’elemento-alimento ideale per una salutare idratazione del corpo umano e che a detta del Censis, non è apprezzato solo perché salubre e sicuro, ma sempre più per le particolari caratteristiche gustative.

Incolore, inodore, naturalmente ricca di sapore.

Sono la diversa mineralizzazione e il PH, insieme alla percentuale di anidride carbonica disciolta, alcuni dei fattori che contribuiscono a definire il sapore dell’acqua.

Ma proprio come per il vino, è il territorio d’origine a “giocare” un ruolo fondamentale.

Infatti, durante il suo percorso sottoterra, l’acqua entra a contatto con la roccia, arricchendosi di sali minerali e proprietà chimiche e fisiche, che contribuiranno a conferirle un particolare gusto ed acquisire dunque un ruolo fondamentale nel mondo enogastronomico.

In questo contesto valoriale fatto di Chef, Sommelier e degli ormai sempre più richiesti Idrosommelier, si inserisce Acqua Dolomia.

Patrimonio dell’umanità.

Tra le acque che più di altre, ereditano le proprie caratteristiche dal territorio, sicuramente c’è Acqua Dolomia.

Imbottigliata alla sorgente nel Parco Naturale delle Dolomiti Friulane, patrimonio UNESCO da cui attinge purezza e wilderness, Acqua Dolomia è un prodotto naturalmente d’eccellenza, per ben cinque volte premiato con le Tre Stelle Oro del Superior Taste Award.

Portavoce di valori che incarnano il legame dell’uomo con la natura, dal 2023 è diventata protagonista di un progetto di riposizionamento e reputation, con l’obiettivo di ampliare il suo bacino d’utenza e di riconoscibilità sul mercato.

L’acqua e l’enrosadira.

Chiunque abbia guardato le Dolomiti all’alba e al tramonto, è rimasto incantato dall’enrosadira, l’inconfondibile colore rosa che ogni giorno, due volte al giorno, tinge le montagne più alte.

È proprio quel particolare momento, quella tonalità di colore così unica, l’incipit di un piano di comunicazione pensato in primis per toccare l’emotività dell’essere umano, per poi conquistarlo a tavola.

Come un antico proemio, che nella cultura classica introduceva poemi e canti chiedendo il favore degli Dei, lo storytelling di Acqua Dolomia è una moderna ode alla natura, alla forza vitale dell’acqua e delle montagne, ma anche e soprattutto una proposta di valore che va incontro alle emozioni delle persone.

Persone, appunto.
Non consumatori.

Così, tra storytelling e nuovi contenuti social, un nuovo sito web e un lavoro di ufficio stampa mirato, c’è spazio anche per Federica Brignone, brand ambassador in grado di rappresentare i valori di Acqua Dolomia, ispirando il grande pubblico.

Una donna vincente, per un’acqua che non vede l’ora di “mostrare i muscoli”, ma anche tanto cuore, in uno tra i settori più competitivi in Italia e nel mondo.

Vorresti saperne di più?